Tanti, tantissimi colpi, decine, che hanno sfigurato il povero Emanuele Morganti durante i 15 minuti di pestaggio nella piazza centrale di Alatri. E’ quanto evidenzia l’autopsia, secondo la quale i colpi sono stati sferrati con una tale violenza da provocare lesioni ed ecchimosi soprattutto in testa, dove sarebbe stato inferto il colpo mortale, aggravato dalla caduta del ragazzo contro un’auto parcheggiata. I risultati dell’autopsia ricalcano quindi quanto emerso dal primo esame esterno sul corpo del 20enne massacrato di botte nella notte tra venerdì e sabato all’esterno di un locale. La vittima avrebbe riportato anche numerose lesioni agli arti, probabilmente dovute alla colluttazione.

 

 

Fonte

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata