Svolta nell’inchiesta per l’omicidio della pittrice di Ancona Renata Rapposelli trovata morta il 9 ottobre scorso nelle campagne di Tolentino vicino Macerata. Alle 6.30 nella loro abitazione di Giulianova Lido, in provincia di Teramo, sono stati arrestati il figlio Simone e l’ex marito Giuseppe Santoleri. Lo conferma il loro legale. Entrambi sono accusati di concorso in omicidio volontario e soppressione di cadavere.

I Santoleri sono stati trasferiti nel carcere di Castrogno a Teramo, in Abruzzo. Secondo l’avvocato, per competenza il procedimento e stato assegnato dal gip del tribunale di Ancona a quello di Teramo. L’arresto dei Santoleri è arrivato dopo una lunga serie di accertamenti sul luogo del ritrovamento del cadavere della donna, sulle auto e sui computer e telefoni dei due uomini.

 

Fonte

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata