Il filo che collega Angela al Messico viaggia via Internet. Per seguirlo ora si è disposti anche a pagare. Una ricompensa di 1.500.000.000 pesos, l’equivalente di 80 mila euro, per svelare quello che per venti anni è rimasto un mistero italiano. Che fine ha fatto la bambina che sparì a Faito il 10 agosto del 1996? Da allora le ricerche non si sono mai fermate. Adesso è stata fissata una ricompensa dal governo messicano in favore di chi sarà in grado di fornire notizie utili a rintracciare Celeste Ruiz, la ragazza che a partire dal maggio 2010 contatto’ via web i genitori di Angela Celentano, la bambina misteriosamente scomparsa sul Monte Faito il 10 agosto del 1996, sostenendo di essere loro figlia prima di sparire nel momento in cui l’Interpol provò a mettersi sulle sue tracce. Da quel contatto interrotto, da quella rete di legami familiari che circondavano Celeste ripartono gli investigatori, che nulla vogliono lasciare di intentato.
Dell’impegno delle autorità messicane per risalire alla ragazza che diceva di vivere in Messico, e delle notizie recentemente apprese dalle procure di Torre Annunziata e Città del Messico, i genitori di Angela, Maria e Catello Celentano, parleranno in occasione del ventennale della scomparsa della piccola mercoledì 10 agosto nel corso di una conferenza stampa convocata alle ore 9 nel chiostro di San Francesco a Sorrento. “Nostra figlia è ancora viva. In Italia o più probabilmente all’estero, ma è viva” hanno continuato a ripetere i genitori, che non hanno mai smesso di sperare di poterla riabbracciare. Mentre in Messico le foto di come potrebbe essere oggi Angela, ricostruite con l’aiuto del computer, sono state diffuse ovunque.

(Fonte. corrierino.com)

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata