“L’autopsia ha confermato il referto e la diagnosi ospedaliera di morte per encefalopatite malarica”. Lo riferisce il procuratore capo di Trento, Marco Gallina, a proposito della comunicazione verbale ricevuta sull’autopsia effettuata a Brescia per la bambina di 4 anni morta lunedì, dopo i ricoveri anche a Portogruaro e a Trento. La causa del decesso per Sofia è stata dunque proprio la complicanza cerebrale causata dalla malaria. “I periti adesso hanno chiesto 60 giorni di tempo per la relazione autoptica – conclude il procuratore – e lavoreremo per contribuire a chiarire la vicenda”. “La Procura di Trento ha trasmesso a Brescia il nulla osta per la sepoltura della bambina”. Lo riferisce poco dopo le 18 il procuratore capo di Trento, Marco Gallina, conclusa a Brescia l’autopsia sulla piccola, disposta nell’ambito dell’indagine per omicidio colposo contro ignoti. “Tra mezz’ora quindi – aggiunge – i familiari avranno a disposizione la loro bambina”.

Fonte

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata