Domenico MaurantonioL’avvocato della famiglia di Domenico Maurantonio, insieme ad un pool di esperti, ha trovato nuove tracce biologiche nell’hotel Da Vinci.

Alle 23 del 15 giugno scorso avrebbe effettuato sopralluoghi, rilievi e prove ‘cinetiche’ nell’albergo ricostruendo la dinamica della precipitazione dello studente. Si è trattato di “esami e test a cui era stata invitata la Procura di Milano o in subordine la polizia che sta seguendo l’indagine. Purtroppo, alle 23.00 in punto, quando abbiamo iniziato il meticoloso lavoro durato fino all’alba, l’ora del decesso di Domenico, non si è presentato nessuno”.

Una serie di test di insonorizzazione delle stanze dell’hotel e prove audiometriche, rilievi ed accertamenti che avrebbero permesso al pool incaricato di trovare nuove tracce biologiche riconducibili a Domenico Mauranonio. “Tutti elementi, quelli raccolti che possono fornire un quadro il più esauriente possibile su una vicenda in cui l’unica certezza è che Domenico non si è suicidato; analisi, le nostre, che servono a fare chiarezza, perché troppe voci ed indiscrezioni stanno girando senza che si abbia l’autentica percezione del caso”.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.