gabriele de filippi, robert obert, omicidio, gloriaIl corpo di Gloria Rosboch, l’insegnante di 49 anni scomparsa dallo scorso 13 gennaio dalla sua casa di Castellamonte, è stato ritrovato in una vasca dell’ex discarica tra Rivara e Pertusio. “L’abbiamo strangolata in auto e poi gettata via“. Questa la confessione di Roberto Obert, 54 anni, fermato dai carabinieri per la morte di Gloria Rosboch. Obert, secondo quanto appreso, è amico di Gabriele Defilippi, l’ex allievo dell’insegnante di Castellamonte già indagato per una truffa da 187 mila euro ai danni della donna. Anche lui è lui è crollato dopo aver saputo che Obert aveva confessato. Al vaglio la posizione della madre di quest’ultimo, l’infermiera Caterina Abbatista. L’immersione nell’acqua fredda della vasca di decantazione ha conservato quasi perfettamente il corpo di Gloria Rosboch e per questo i segni dello strangolamento erano ben evidenti, chiare le lesioni sul collo. Un delitto ragionato, studiato nei minimi dettagli e che senza la confessione del cinquantatreenne di Forno, crollato dopo cinque ore di colloquio davanti ai carabinieri, forse non sarebbe mai stato risolto.  

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.