i
Nuovo faccia a faccia per l’omicidio Rosboch, la professoressa di Castellamonte scomparsa il 13 gennaio e ritrovata, un mese dopo, senza vita, nella vasca del percolato della discarica di Rivara.  Mercoledì 18 maggio alle 9.30 ci sarà un altro faccia a faccia a Ivrea. Questa volta davanti al giudice per le indagini preliminari del tribunale. A confronto i tre arrestati per l’omicidio.  Una storia che ha portato alla luce una faccia del Canavese che, probabilmente, nessuno aveva mai neanche lontanamente immaginato. Davanti al Gip, insieme, comprariranno quindi Gabriele Defilippi, 22 anni di Gassino (ex allievo della prof), Roberto Obert 54 anni di Forno Canavese (ex amante di Gabriele e complice nel delitto), Caterina Abbattista 49 anni di Gassino (mamma di Gabriele e in arresto per concorso in omicidio), Efisia Rossignoli 49 anni di San Giorgio Canavese (indagata per la truffa ai danni della Rosboch e per il successivo omicidio).

Ci saranno, ovviamente, tutti gli avvocati difensori, il procuratore capo di Ivrea, Giuseppe Ferrando, e, per la parte civile, l’avvocato Stefano Caniglia che segue la famiglia di Gloria Rosboch. Sarà una sorta di pre-dibattimento con tutti i protagonisti del delitto in aula. Il gip potrà interrogare gli imputati sui punti ancora controversi della vicenda. Ad esempio, il ruolo della mamma di Defilippi nell’omicidio (ancora non chiaro) o quello di Efisia Rossignoli nella truffa da 187 mila euro (messa a segno, un anno prima, da Gabriele ai danni della povera professoressa di Castellamonte).

Sarà un confronto drammatico perchè Obert e Defilippi sono già stati interrogati faccia a faccia qualche settimana fa dai carabinieri del reparto investigativo di Torino e dal procuratore Ferrando. Ma mai sono stati a confronto con altri soggetti a vario titolo implicati nell’omicidio. Il gip, tra l’altro, potrà disporre dei verbali degli interrogatori del fratellastro di Gabriele, il tredicenne che avrebbe svelato alcuni dettagli importanti nella ricostruzione della vicenda. Un altro capitolo in vista del processo. Defilippi e Obert, quasi sicuramente, si affideranno al rito abbreviato per evitare l’ergastolo.
Inviato da iPhone

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata