La Corte di Cassazione ha confermato l’assoluzione per Jessica Pulizzi, da oggi definitivamente prosciolta dall’accusa di aver rapito la piccola Denise Pipitone. I Giudici della Quinta sezione penale hanno respinto il ricorso della procura della Corte d’Appello di Palermo contro Jessica emessa nell’ottobre 2015. Piera Maggio, mamma di Denise, ha scritto su facebook “Ingiustizia è stata fatta”.

Ieri, alla vigilia della sentenza, Piera Maggio, ha pubblicato un post sulla suo profilo Facebook: “Comunque vada, credo fermamente che non ci saranno né vinti né vincitori, solo tanta tristezza! Finché non c’è giustizia non ci sarà mai pace!”. Al suo avvocato Giacomo Frazzitta, che ha avuto il compito di darle la notizia, ha chiesto: “Ora che cosa possiamo fare? Non possiamo fermarci!”. “Dobbiamo rispettare questa sentenza, anche se abbiamo un dolore dentro – ha detto il legale ailfattoquotidiano.it, – bisogna prendere atto che la giustizia è andata avanti in una certa direzione. È chiaro che non condividiamo molte cose: per questa ragione, insieme alle procure, siamo arrivati fino al terzo grado di giudizio”. C’è amarezza e resta un interrogativo: “Ci domandiamo come sia stato possibile arrivare a questa conclusione dopo ben tredici anni” continua Frazzitta. Mentre Piera Maggio è determinata ad andare avanti. Per la giustizia Jessica Pulizzi non potrà più essere processata per lo stesso reato “ma noi non molliamo – aggiunge l’avvocato – continuiamo la ricerca di Denise e continuiamo ad analizzare le carte, le intercettazioni e tutto quanto raccolto in questi anni”.

 

Fonti .

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata