Roma, 23 nov. (askanews) – Aggredì la sua ex, incinta all’ottavo mese e la sfiguró dandole fuoco: condanna a diciotto anni di reclusione per Paolo Pietropaolo, il 40enne accusato di tentato omicidio e stalking ai danni di Carla Caiazzo, la giovane donna di Pozzuoli scampata miracolosamente alla morte assieme alla bimba che portava in grembo. Carla, che non era presente in aula, è parte civile nel processo assistita dall’avvocato Maurizio Zuccaro, assieme all’associazione “La forza delle donne”, rappresentata dall’avvocato Caterina Sanfilippo. La sentenza è stata emessa dal giudice Egle Pilla. Per l’imputato la Procura (pm Raffaello Falcone e Clelia Mancuso) aveva chiesto la condanna a quindici anni di reclusione.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata