Ucciso da un colpo di pistola partito dall’arma di un collega con cui condivideva la stanza. Tragedia stamani in un appartamento alla periferia di Roma dove David Raphael Hombucher, una guardia giurata di 36 anni, è morto dopo essere stato centrato alla spalla da un proiettile. E’ accaduto in un appartamento al piano terra di uno stabile di via degli Elci, nel quartiere Prenestino. A chiamare i soccorsi, pochi minuti prima delle 8, è stato proprio il coinquilino e collega con cui divideva la camera. “Mi è partito un colpo per errore mentre pulivo l’arma” ha raccontato Giovanni, un 23enne di origini siciliane che lavora per lo stesso istituto di vigilanza della vittima con cui condivideva quella stanza luogo della tragedia. All’arrivo dell’ambulanza per David non c’era nulla da fare: il 36enne, nato in Germania, era già morto. Nell’abitazione sono accorsi gli equipaggi delle volanti della polizia e gli investigatori della scientifica per i rilievi. Sulla vicenda sono in corso indagini della Squadra Mobile di Roma per chiarire esattamente cosa è accaduto.

 

Fonte

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata