MASSIMILIANO PEGGIO per LA STAMPA

Un professore della Facoltà di Giurisprudenza, 47 anni, avrebbe abusato dei suoi poteri e della sua figura di relatore di tesi di laurea, richiedendo ad una studentessa incontri e rapporti sessuali, nonché l’invio di fotografie intime, minacciandola di rendere noti dei particolari della sua vita privata e contestualmente promettendole di agevolarla per ottenere il massimo dei voti.

Con l’accusa di tentata concussione i carabinieri della sezione di polizia giudiziaria della procura della Repubblica di Torino hanno arrestato il professore, residente a Bologna, in esecuzione della misura cautelare degli arresti domiciliari, disposta dal Gip di Torino. Il docente è professore associato del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Torino.

Le indagini sono ancora in corso e nei prossimi giorni saranno convocate presso la Procura della Repubblica altre studentesse quali ulteriori potenziali vittime dell’indagato. La Procura di Torino auspica che altri eventuali simili episodi, allo stato sconosciuti, siano resi noti agli inquirenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata