Era convinto che la vittima, vecchio amico di famiglia, avesse avuto in passato una relazione con la sua ex moglie, ora in Germania, Kujtim Beli, albanese di 60 anni, fermato dai carabinieri con l’accusa di avere ucciso a Terni, a colpi di pistola, il suo connazionale Demir Hyseni, 49 anni. Sarebbe questo il movente del delitto, secondo quanto appurato dai militari del reparto operativo-nucleo investigativo.
Beli è stato bloccato al porto di Bari mentre cercava di imbarcarsi per il suo Paese di origine.
Secondo gli investigatori a spingere Beli ad attendere il carpentiere, sposato e padre di tre figli, sotto la sua abitazione e poi a sparargli dopo una lite in strada, sarebbero stati motivi passionali. Ma il sessantenne – operaio saltuario che aveva già abitato a Terni con la moglie, fino al 2013 – negli ultimi giorni avrebbe anche chiesto aiuto all’amico nel trovare lavoro in città, ricevendo un rifiuto dal connazionale.
Questi, infatti, non avrebbe più voluto avere rapporti con lui.

Fonte

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata