Si sono concluse le ricerche di Nadia Ferri, la donna scomparsa a Rimini nella notte tra il nove e il dieci novembre. La donna era uscita di casa senza portare con sé i documenti né il cellulare. L’unico indizio lasciato alle sue spalle è un biglietto di scuse nei confronti dei propri familiari. Il suo corpo è stato trovato in mare nel porto di Rimini, ancora nella sua auto. Gli inquirenti stanno indagando per ricostruire la vicenda e non è ancora chiaro se si tratta di un incidente tragico oppure se c’è dell’altro.

L’autopsia sul corpo della donna farà luce inoltre sulle cause della morte: tragico incidente, suicidio o omicidio? L’impegno politico di Nadia Ferri, ex segretaria amministrativa del PCI della città di Rimini, infatti, fanno pensare che dietro alla morte della donna potrebbe esserci anche un omicidio. Le analisi stabiliranno se si sia trattato di una morte naturale e comunque fornirà indizi importanti agli investigatori che al momento non escludono nessuna ipotesi.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.