giuseppe francoNessuno ha ormai più dubbi sull’entità dello stupratore della ragazzina 16enne violentata lo scorso 29 giugno nel quartiere Prati (Roma): secondo gli investigatori è Giuseppe Franco (31enne originario di Cassano Jonio, in provincia di Cosenza). L’uomo, dipendente del Ministero della Difesa in forza all’Arsenale della Marina, per abbordare la minorenne si era finto poliziotto e, con il pretesto di multare la giovane per una birra bevuta in piazza, le aveva intimato di mostrargli i documenti e di seguirlo in commissariato. Una trappola brutale in cui la sedicenne è caduta senza potersi ribellare. La ragazzina, infatti, si è ritrovata il bruto addosso dopo essere stata scaraventata in un parco vicino a via Strozzi. “Non parlare, o ti picchio forte”, le ha detto. Dopo lo stupro, come un vero gentleman, Giuseppe Franco ha riaccompagnato la 16enne dove l’aveva incontrata poco prima.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.