Sono nove, tra rappresentanti dell’Ilva e della ditta dell’appalto per cui lavorava, le persone destinatarie dell’avviso di chiusura delle indagini preliminari per la morte di Giacomo Campo, il 25enne operaio della Steel Service vittima di un incidente sul lavoro il 17 settembre 2016 nell’area esterna dell’Afo4 dello stabilimento siderurgico di Taranto.
Gli avvisi di garanzia, con le ipotesi di omicidio colposo e altri reati in materia di infortunistica, sono stati firmati dal sostituto procuratore Giovanna Cannarile.
Gli indagati in tutto sono 12; per tre di loro c’è la richiesta di archiviazione. L’operaio rimase schiacciato nel nastro trasportatore dell’Altoforno 4 sul quale stava intervenendo, con altri colleghi, per un’operazione di manutenzione. Sei indagati sono dipendenti dell’Ilva e tre della ditta dell’appalto.

fonte

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata