E’ accaduto nel tardo pomeriggio di mercoledì 2 ottobre, a Lumezzane. Un ottantaquatrenne del posto, Pietro Tortini, è morto dopo essere caduto dal balcone al terzo piano di casa sua. A trovare il corpo dell’uomo, che viveva insieme alla moglie di 78 anni, sono stati alcuni vicini che hanno rinvenuto il suo cadavere sul’asfalto davanti al palazzo di via Matteotti. L’ipotesi più accreditata dai carabinieri, intervenuti con i vigili del fuoco e le ambulanze, è che Tortini si fosse arrampicato per sistemare il filo di un’antenna che pendeva in terrazzo e abbia perso l’equilibrio, precipitando nel vuoto. I militari, infatti, hanno trovato un vaso di fiori capovolto, probabilmente utilizzato dall’anziano come gradino ai piedi della ringhiera. Al momento gli investigatori escludono la responsabilità di terzi: la porta dell’abitazione era chiusa dall’interno e la consorte del malcapitato ha problemi di deambulazione.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.