Kathryn Smith, droga, omicidio, figlia, Prima ha pensato di vendere sua figlia ad un conoscente per acquistare un grande quantitativo di marijuana, poi, in preda alla follia, l’ha uccisa. Kathryn Smith, una ragazza britannica di 23 anni, è stata condannata per omicidio: la figlia, una bimba di appena due anni, aveva tantissime ferite sul corpo. La donna si è sempre dichiarata innocente ma un intimo amico dell’assassina ha raccontato alla corte durante il processo: “Trattava malissimo Ayeeshia: a volte sembrava che quella bimba fosse una cosa non voluta, un inconveniente. Una volta mi chiamò e mi disse se volessi comprare sua figlia: aveva bisogno di marijuana e voleva pagarla così. Quale genitore dice una cosa del genere riguardo a suo figlio?”. 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.