morta fecondazione assistitaArianna Acrivoulis, 38 anni, voleva diventare mamma e per farlo, era ricorsa alla fecondazione assistita. Ma ieri, nell’ospedale Florenzo Jaia di Conversano (Ba) dopo l’agoaspirazione ovarica è deceduta. A denunciare l’accaduto è stato il padre 83enne della donna. I carabinieri hanno sequestrato la cartella clinica.
Mentre vengono svolte le indagini, due medici sono stati iscritti nel registro degli indagati della procura di Bari per cooperazione in omicidio colposo. Nelle prossime ore il pm inquirente del Tribunale di Bari, Luciana Silvestris, ha predisposto l’autopsia sul corpo della giovane.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.