Un cittadino gambiano, Sillah Osman, è stato fermato a Napoli nel corso di un blitz di polizia e carabinieri con l’accusa di essere vicino all’Isis,. Lo ha reso noto il procuratore di Napoli, Giovanni Melillo, durante un incontro con i giornalisti. Secondo quanto riferito dagli inquirenti, il 34enne avrebbe partecipato a un duro addestramento in una zona desertica della Libia. Non solo: pare che il giovane gambiano fosse in procinto di compiere un attentato in Spagna o in Francia, insieme al 21enne Alagie Touray, preso lo scorso 20 aprile davanti alla moschea di Licola, sempre nel napoletano. Touray girò e pubblicò su Telegram un video nel quale giurava fedeltà all’Isis e al califfo Al Baghdadi. Dalle indagini emerse che, sempre via Telegram, aveva ricevuto l’ordine di lanciarsi sulla folla con un’auto, come avvenuto Nizza.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.