manuel foffo, marco prato, omicidio, droga, coltellate, luca varani, autopsiaL’avvocato di Marco Prato, accusato insieme a Foffo di aver ucciso Luca Varani, ha presentato ricorso al tribunale del Riesame «Vogliamo conoscere gli atti che al momento continuiamo a leggere sui giornali», ha detto l’avvocato Pasquale Bartolo. Il difensore di Foffo, invece, l’avvocato Michele Andreano, ha dichiarato «Non facciamo ricorso. Una decisione presa in accordo con la famiglia di Manuel. Il ragazzo è molto provato per quanto accaduto». Intanto, i consulenti nominati dal gip hanno effettuato il prelievo del sangue per Foffo nell’ambito dell’incidente probatorio, che potrebbe avere inizio già domani. L’avvocato difensore, ha chiesto questo prelievo, per stabilire con esattezza la quantità delle sostanze stupefacenti assunte dal suo assistito prima di uccidere Varani. 
Intanto emergono nuovi particolari sulla sera dell’omicidio. Pare che i due avessero fatto una sorta di casting per scegliere la vittima perfetta. Nell’abitazione al Collatino Foffo e Prato invitarono tra mercoledì 2 marzo e il giorno dell’omicidio almeno due persone: Giacomo e Alex. Al primo, secondo quanto accertato, somministrarono del sonnifero mentre al secondo offrirono una bevanda alcolica e cocaina che però Alex rifiutò perchè preferì bere altro.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.