Un omicidio si è consumato a Vibo Valentia a colpi di arma da fuoco. Un uomo, M. R., di 42 anni, è stato ucciso a Piscopio, frazione della provincia calabrese. La vittima era già scampata ad un agguato il 4 giugno dello scorso anno di cui successivamente si era attribuito la responsabilità il figlio sedicenne che aveva confessato il fatto aggiungendo di aver reagito così ai maltrattamenti dell’uomo contro la madre e che non aveva intenzione di ucciderlo ma solo di dargli un avvertimento. Il giovane attualmente si trova in un carcere minorile ma al momento non è stato possibile stabilire alcun collegamento tra i due fatti di sangue. I carabinieri che si stanno occupando delle indagini non escludono ancora nessuna pista per capire il movente dell’omicidio.

Stando alle prime ricostruzioni, il sicario ha fatto fuoco contro l’uomo sparando alcuni colpi di pistola e si è dileguato subito dopo.

La vittima, attualmente disoccupata e separata dalla moglie, non avrebbe legami con la criminalità organizzata e, nel suo passato, ci sarebbe solo qualche precedente di polizia senza particolare rilevanza.

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.