I giudici della terza sezione della Corte di Assise di Roma hanno condannato l’ultrà della Roma Daniele De Santis a 26 anni di reclusione per l’omicidio del tifoso napoletano Ciro Esposito , ferito nella Capitale il 3 maggio 2014 prima della finale di Coppa Italia Fiorentina-Napoli e morto dopo 53 giorni di agonia al policlinico Gemelli. Per De Santis, presente in aula, i pm Eugenio Albamonte e Antonino Di Maio avevano chiesto l’ergastolo.

“Io credo che qualsiasi pena serva da monito perché non accada più quello che è successo a mio figlio”, ha detto Antonella Leardi, la madre del tifoso napoletano, dopo la sentenza di condanna. “Non provo odio, ho sempre chiesto giustizia”, ha poi aggiunto.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.