C’è stata un’importante svolta nelle indagini per l’omicidio dell’ex segretario provinciale della Lega Nord di Bergamo, Franco Colleoni, ucciso sabato mattina, nel cortile della sua casa di Dalmine: è stato fermato il figlio minore del 68enne, Francesco di 34 anni, contitolare e cuoco del ristorante ‘Il Carroccio’ fondato dal padre.

“Ha confermato la colluttazione con il padre, sostenendo però di non ricordare con precisione quanto poi avvenuto, ma non ha mostrato alcun pentimento”, ha spiegato il capitano Filippo Testa, comandante dei carabinieri di Treviglio.

Pare quindi che, nel giorno dell’omicidio, padre e figlio avrebbero litigato in maniera violenta, pare per la gestione del locale.
 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.