Per l’omicidio di Erika Preti, la 28enne di Biella uccisa a coltellate in Sardegna, è indagato il fidanzato Dimitri Firicano. Il ragazzo, trovato ferito anche lui, ha chiamato i carabinieri raccontando di avere subito un’aggressione a scopo di rapina. La versione del ragazzo non convince però gli inquirenti che fin da subito hanno ipotizzato un omicidio a cui è seguito un tentativo di suicidio da parte di Firicano. È stato Dimitri Firicano a lanciare l’allarme domenica mattina, verso le 10. Agli inquirenti, a cui si è presentato ferito con colpi di arma da taglio, ha raccontato che dei rapinatori si erano introdotti nell’appartamento accoltellando Erika Preti in seguito a una colluttazione. Poi lui, sanguinante, è uscito dalla casetta per chiamare i soccorsi. La versione dell’uomo non convince però gli inquirenti che lo stanno piantonando presso l’ospedale di Olbia, dove è ricoverato. L’ipotesi, quella che possa aver tentato il suicidio dopo aver ucciso Erika, si è trasformata in indagine nei suoi confronti per omicidio.

 

Fonte

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata