– La Corte d’Assise d’appello di Venezia ha condannato a 6 anni e 8 mesi Andrea Vesentini e Guglielmo Corsi, due dei cinque giovani veronesi accusati dell’ omicidio preterintenzionale di Nicola Tommasoli, il grafico aggredito e picchiato a morte a Verona, il primo maggio 2008, per una lite scoppiata dopo il rifiuto di una sigaretta. Per questa vicenda altri tre giovani erano stati condannati in via definitiva. La Corte di Cassazione aveva rinviato il processo ai giudici veneziani, dopo la condanna emessa nel secondo appello, nel quale Vesentini e Corsi avevano avuto una sentenza , rispettivamente, di 6 anni e 8 mesi e 7 anni e 10 mesi. Oggi, dopo 9 ore di camera di consiglio, la Corte presieduta da Gioacchino Termini ha emesso la sentenza, che ha capovolto la richiesta di assoluzione avanzata dello stesso Pg.

Fonte

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata