Altro presunto caso di pedofilia in Campania. Teatro degli orrori, ancora il Parco Verde di Caivano, dove già fu abusata e uccisa la piccola Fortuna Loffredo. Anche stavolta la vittima sarebbe una bambina, di 4 anni, che avrebbe raccontato a sua madre alcuni particolari ‘sospetti’. La donna, spaventata, si è rivolta ai carabinieri, spiegando che dietro le parole, magari ingenue, di sua figlia, si nasconderebbero violenze sessuali compiute dal nonno e lo zio paterni della piccola. Al momento, scrive Il Mattino, i carabinieri stanno indagando, e sulla vicenda c’è un particolare riserbo, proprio perché il Parco Verde è già finito più volte nell’occhio del ciclone.

 La madre della bimba, insospettitasi dai comportamenti della figlia, avrebbe contattato di sua sponte i familiari, i quali avrebbero reagito in maniera brusca, arrivando a minacciarla. Da qui la decisione di avvertire gli inquirenti.

Mentre proseguono le indagini, il Tribunale dei minori ha stabilito alcune misure per tutelare la tranquillità della bimba e assicurarle un’assistenza da parte di esperti che possano valutare i suoi comportamenti e i suoi racconti. (fonte: Vesuviolive)

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata