Sono stati trovati morti nella loro abitazione in via Maggi. Uno accanto all’altra, seduti su due sedie in cucina. Lui aveva in mano una pistola, un revolver 357 Magnum. La scoperta è stata fatta giovedì sera dai parenti dei coniugi piacentini. Quasi certamente si è trattato di un omicidio suicidio, ma gli accertamenti dei carabinieri e del pm Roberto Fontana sono ancora in corso.

Le vittime sono Davide Giuliani, 45 anni e Simona Rossi, 50 anni. Lui era titolare di un’armeria («La Lupa») ed era noto in città, mentre la moglie faceva l’insegnante. Il fatto risalirebbe al pomeriggio: Giuliani avrebbe prima sparato alla moglie e poi si sarebbe ucciso rivolgendo l’arma contro. A chiamare i soccorsi è stato il fratello della donna, entrato in casa preoccupato per non aver più avuto notizie. Sul posto l’ambulanza del 118, l’automedica, i vigili del fuoco. La casa non presentava alcun segno di effrazione o di colluttazione, e pare che i due andassero d’accordo. Al momento comunque si è ancora nel campo delle ipotesi. Nelle prossime ore è prevista l’autopsia.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata