di Maura Manca, Psicoterapeuta

Alcolici, droghe e sigarette sono vietati ai minori di 18 anni, eppure sono gli adolescenti sono i maggiori consumatori di tutte queste sostanze. E’ indubbio che sia importante che ci sia una regolamentazione ma è altrettanto indubbio che non basti dato che il 65% degli adolescenti beve alcolici e l’8% utilizza a droghe chimiche, cocaina ed eroina (dati Osservatorio Nazionale Adolescenza).

Significa che quando un ragazzo si mette in testa una cosa trova il modo di farla e non sono sicuramente intimoriti dall’andare contro le regole, anzi, parte del gusto, oltre lo sballo, sta proprio lì. Durante l’estate tutti questi comportamenti vengono amplificati per via della maggiore libertà, meno regole e vincoli, più occasioni, il gruppo, più feste.

Le vacanze di per sé sono sinonimo di sballo e devastazione quasi sempre all’insaputa dei genitori, troppe volte sforniti di strumenti per capire quando i figli esagerano. È giusto farli scaricare e sfogare durante il periodo estivo, significa per loro ricaricare le pile per affrontare un nuovo anno scolastico, però devono capire che NON devono mettere a repentaglio la loro vita e quella degli altri. Aumentano gli incidenti stradali, troppi ragazzi si mettono alla guida in condizioni alterate e portano la macchina o i mezzi a due ruote in maniera troppo imprudente.

Inoltre, UN PROBLEMA DA NON SOTTOVALUTARE È LA RELAZIONE TRA ALCOL E AGGRESSIVITÀ. Quando si è in condizioni alterate non si ha una percezione del mondo appropriata e corrispondente alla realtà, ci sono spesso errori di valutazione e ci si incastra in situazioni anche poco piacevoli. Altre volte l’eccesso di alcol va semplicemente ad attivare ed alimentare ciò che è latente e controllato in un’altra condizione psico-fisica.

Spesso per futili motivi scattano delle RISSE, anche piuttosto violente, in gruppo ci si sente ancora più legittimati a fare del male all’altro. CI SONO TANTISSIMI ADOLESCENTI VIOLENTI E AGGRESSIVI CHE CERCANO SOLO IL MODO DI SFOGARE CIÒ CHE HANNO DENTRO.

Basti pensare che 3 adolescenti su 10 hanno partecipato attivamente a risse e 1 su 10 ha aggredito fisicamente nella sua vita un’altra persona SENZA UN VALIDO MOTIVO (dati Osservatorio Nazionale Adolescenza). Tutti questi comportamenti di violenza rivolta verso altre persone e spesso verso anche gli animali, è legata al binge drinking ossia il bere alcol in maniera incontrollata con l’intento di cercare più velocemente l’ubriacatura e anche all’uso di droghe.

(per gentile concessione dell’autrice)

 

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata