roberto giglioLieto fine dopo ore di angoscia. Il quarantenne Roberto Giglio, scomparso poco meno di una settimana fa, è stato rintracciato dai carabinieri di Limone sul Garda. Pochissime le informazioni rilasciate per confermare la conclusione delle ricerche. I familiari sono subito accorsi nell’ospedale dove il benzinaio è stato ricoverato per gli accertamenti di routine.

Accorato l’appello del fratello che a gran voce cercava informazioni sulla scomparsa «Continuiamo a chiederci il perchè della sua scomparsa. Stiamo facendo supposizioni di ogni tipo. Non aveva “nemici” e l’unica nota negativa potrebbe essere legata a un periodo di stress. Si alzava la mattina prima delle 6 e rientrava la sera tardi, si sentiva pressato dal lavoro, ma questo non l’ha mai reso pubblico».

 

Ora toccherà a Roberto Giglio dare spiegazioni sulla sua scomparsa. Ma per questo avrà tempo.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.