Andrea Rossellini, questo il nome dell’agente dell’autoreparto della polizia municipale che non ci ha pensato due volte prima di gettarsi in Arno per salvare la ragazza, ha sfruttato la corrente ed è riuscito ad arrivare alla giovane a nuoto prima che raggiungesse la pescaia.
A segnalare a lui e a un suo collega la presenza della giovane che poco prima passeggiava avanti e indietro sul ponte San Niccolò è stata una signora che l’aveva notata. Pochi istanti e i vigili hanno sentito le grida della ragazza che provenivano dall’alveo del fiume. La corrente la stava ormai portando via. A quel punto Rossellini si è spogliato e si è buttato nel fiume.
Sul posto sono arrivati anche i sommozzatori dei vigili del fuoco. La giovane, di origine magrebina, è stata affidata ai soccorritori del 118.
Gli elementi raccolti dai soccorritori sul posto fanno pensare ad un tentativo di suicidio.
“Ringrazio a nome di tutta l’Amministrazione gli agenti che oggi sono prontamente intervenuti e in particolare Andrea Rossellini che si è tuffato in Arno – ha detto l’assessore alla sicurezza urbana e Polizia Municipale Federico Gianassi -. Con questo gesto ha salvato una giovane vita. Ancora una volta la nostra Polizia Municipale conferma la sua prontezza di intervento, lo spirito di sacrificio e la professionalità che da sempre la contraddistingue”.

Fonte

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata