Un operaio italiano di 43 anni, di Lentate sul Seveso (Monza), è stato arrestato dai carabinieri a Seregno (Monza) perché responsabile di una violenta aggressione ad un collega, al quale ha strappato a morsi il lobo di un orecchio, al culmine di una lite sul posto di lavoro.
Secondo quanto ricostruito dai militari, il lavoratore e un’altra ‘tuta blu’ di 49 anni, dopo aver discusso animatamente su dove impastare il cemento in un cantiere di Seregno, hanno imbracciato due badili colpendosi l’un l’altro. Il più giovane dei due, avuta la meglio, ha poi aggredito a morsi il più grande all’orecchio destro. Divisi da altri colleghi e trasportati in ospedale, tutti e due sono stati medicati e dimessi.
L’aggressore ha avuto 15 giorni di prognosi per contusioni e l’incrinatura di una vertebra, l’aggredito – che ha subito l’asportazione totale del lobo a causa delle ferite – 30 giorni di prognosi per fratture, contusioni e morsi. Il 43/enne è stato arrestato per lesioni personali gravi aggravate.

Fonte

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata