Olindo Romano e Rosa Bazzi, condannati in via definitiva per la strage di Erba, sono tornati oggi in un’aula di tribunale. I coniugi Romano sono giunti al palazzo di Giustizia di Brescia per l’udienza per la richiesta di incidente probatorio su alcuni reperti mai utilizzati.
Sperano che si apra la strada per una richiesta di revisione del processo. Secondo uno dei loro legali, Fabio Schembri, sono “moderatamente fiduciosi” nel fatto che i giudici della Corte d’appello di Brescia dispongano l’incidente probatorio. La strage di Erba fu compiuta l’11 dicembre 2006 e costò la vita a 4 persone (tra cui un bambino di due anni) e il ferimento grave di una quinta. “Sulla scena del delitto non furono trovate tracce dei coniugi Romano – ha ricordato Schembri -, mentre ne furono trovate di altre persone”. Olindo Romano e Rosa Bazzi sono strati condannati all’ergastolo e a tre anni di isolamento diurno. L’incidente probatorio riguarda, tra l’altro, formazioni pilifere, un accendino e altri reperti mai analizzati.

Fonte

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata