metro furio camilloUn bambino di quattro anni è caduto in un vano ascensore della metro A di Roma alla stazione Furio Camillo durante le operazioni di soccorso dopo il blocco dell’elevatore. Sembra che il bimbo era rimasto bloccato in ascensore con la mamma ed è precipitato durante le operazioni di trasbordo. Il personale della stazione avrebbe raggiunto infatti l’ascensore bloccato attraverso un elevatore parallelo che ha una porticina comunicante, una sorta di botola. Tra i due ascensori ci sarebbe stato però un salto, una zona di vuoto, e proprio qui sarebbe precipitato il piccolo: tra le ipotesi quella che il bimbo all’apertura della porta, forse spaventato, si sarebbe lanciato verso la via di fuga cadendo nel vuoto. Quando il bimbo è stato estratto dai vigili del fuoco dalla tromba dell’elevatore era già morto. Sembra che l’ascensore si fosse bloccato e fosse in corso un trasbordo di persone su un altro elevatore attraverso una botola, quando il piccolo è caduto nel vuoto. 

Questo è il comunicato del sindaco di Roma, Ignazio Marino:

Sono stato a lungo con i genitori del piccolo Marco a cui ho portato l’abbraccio di Roma. Sulla dinamica dei fatti lascio i commenti alle autorità competenti, per rispetto alla famiglia. Siamo davanti a una tragedia che riguarda tutta Roma. Ho deciso di proclamare il lutto cittadino per il giorno dei funerali.

 

 

 

[Fonte tgcom]

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.