E’ stata trovata morta Mariangela Mancini, 33 anni, scomparsa da ieri a Borgorose, in provincia di Rieti. Dalle prime informazioni, la donna, è stata trovata, priva di vita, ai bordi di una strada. Ogni ipotesi è al vaglio: da una prima ricognizione sembra che, intorno al collo, la donna presenti segni compatibili con un tentativo di strangolamento, ma le indagini sono solo all’inizio.

Dalle 12 di ieri, non si avevano più notizie della donna. L’ultima volta era stata vista dalla madre a Spedino, una frazione del Comune di Borgorose che, pur essendo in provincia di Rieti, gravita sull’Aquilano. Erano state allertate le forze dell’ordine.
I familiari ne avevano denunciato la scomparsa ai carabinieri di Borgorose che hanno iniziato le ricerche, anche con l’impiego di un elicottero e di una squadra del soccorso alpino. Alle battute hanno partecipato anche molti familiari e amici della coppia, molti dei quali giunti da Roma

La donna era sposata con un uomo che fa il falegname e lei stessa era molto abile nell’intaglio e nella decorazione dei mobili. Nei mesi scorsi avevano acquistato un’abitazione a Corvaro. Da poco, era scomparso il padre, un lutto che l’aveva profondamente colpita.

Secondo quanto hanno ricostruito i familiari, ieri mattina, la ragazza, prima di scomparire, era uscita per andare a casa di sua madre a prendere dei prodotti per pulire l’abitazione che sta ristrutturando. Avrebbe preso i prodotti, anche per il legno, per poi dirigersi alla macchina. Qui inizia il buio. La donna ha lasciato l’auto del fidanzato aperta e senza chiavi, con sè non aveva documenti nè il cellulare. Nella mattinata di oggi, il ritrovamento. Da chiarire le cause della morte, con tutte le ipotesi al vaglio. (ANSA/Il Messaggero)

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.