E’ morto il piccolo Jashan, il bambino di sei anni scomparso ieri pomeriggio vicino a Mantova. Il corpo è stato trovato dai sommozzatori dei vigili del fuoco all’interno di un sifone del canale Virgilio. Il bambino, figlio di genitori indiani, era sparito nel comune di Guidizzolo. Da subito erano iniziate le ricerche coordinate dai carabinieri e che avevano coinvolto circa 200 volontari. E l’ultimo avvistamento del piccolo era stato proprio nelle acque del canale.

Immediati i messaggi di dolore e cordoglio per la famiglia. Il sindaco del paese, Sergio Desiderati, ha affidato a Facebook il suo messaggio, poco dopo l’1.30 di notte. “Con profondo dolore: il nostro piccolo amico non ce l’ha fatta. Poco fa i Vigili del Fuoco lo hanno ritrovato. Siamo vicini alla famiglia provata da questo dolore immenso”.

L’ALLONTANAMENTO – Jashan era stato visto per l’ultima volta ieri pomeriggio vicino alle scuole elementari del paese, in pieno centro. Il piccolo era stato affidato ai nonni ma in un momento di distrazione si era allontanato e aveva fatto perdere le proprie tracce. Secondo le ipotesi il bimbo si sarebbe avvicinato al canale per giocare, o forse per cercare la strada di casa, e che in realtà sia scivolato nelle acque. A quel punto, secondo gli inquirenti, sarebbe stato trascinato via dalla corrente fino in mezzo alla campagna, in territorio di Medole, dove è stato ritrovato poi ore dopo.

LA MORTE – Purtroppo non era la prima volta che Jashan si allontanava da casa, ma veniva sempre ritrovato poi a pochi metri di distanza. Ieri però le cose sono andate diversamente, e l’assenza prolungata ha subito fatto pensare al peggio. Le ricerche, a cui hanno partecipato anche i vigili del fuoco, erano poi state estese anche fuori del paese, nelle campagne dove ci sono numerosi fossati. Nella notte il tragico epilogo.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata