E’ sfuggito al tentativo di linciaggio fuori dall’ospedale, mentre cercava di allontanarsi, l’uomo che la notte scorsa, a Nettuno, località del litorale laziale, si è ribaltato con l’auto causando la morte di sua figlia. Il 39enne, alla guida ubriaco (come ha poi stabilito l’acol test) e senza patente (gli è stata revocata 10 anni fa) aveva tentato di fuggire dal nosocomio proprio per evitare i parenti della moglie, che avevano raggiunto il pronto soccorso alla notizia del decesso della bimba.

La vittima, otto anni, probabilmente viaggiava senza cintura di sicurezza secondo quanto emerge dai primi rilievi della polizia stradale. L’auto su cui viaggiava è finita fuori strada e, dopo aver urtato un palo, si sarebbe ribaltata più volte schiacciando la bambina, che è stata sbalzata fuori dell’abitacolo. Non sono gravi, invece, le condizioni della sorellina trasportata in ospedale.

Il 39enne è stato rintracciato dalla polizia mentre vagava per la cittadina del litorale laziale. A quanto ricostruito, il padre e le bambine stavano tornando a casa dopo una serata alle giostre, mentre la mamma era ancora al lavoro in un ristorante. L’incidente è avvenuto  intorno alla mezzanotte a pochi metri dalla casa della famiglia in via dei Frati.

RAINEWS

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.