– Il Tribunale di Busto Arsizio (Varese) ha condannato a 16 anni di reclusione in rito abbreviato Arturo Saraceno, il 33enne di Magnago (Milano) accusato di aver ucciso a coltellate, nel maggio del 2016, la ex fidanzata Debora Fuso, 25 anni, di Lonate Pozzolo (Varese), al culmine di una lite avvenuta nella casa del 33enne, a Magnago.
Per lui il Pm Marica Cardellicchio aveva chiesto una condanna all’ergastolo, diminuita a 30 anni per la scelta del rito.
Deluso dalla sentenza il padre di Debora, Gigi Fuso: “Mi sono affidato alla giustizia – ha commentato – e sono stato ripagato con un verdetto del genere, il rito abbreviato per questo tipo di delitti non dovrebbe esistere. Oggi nella giustizia non credo più, questa è l’Italia e la mia famiglia lo ha toccato con mano, sono davvero deluso e arrabbiato”.

Fonte

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata