Torna a far discutere Marino Occhipinti, l’ex poliziotto condannato all’ergastolo per gli omicidi della Uno bianca. In una lettera inviata a ministro, prefetto e direttore generale dell’Ulss 3, Luigi Corò, presidente del Comitato Marco Polo a difesa del cittadino, sottolinea che Occhipinti lavorerebbe presso l’ospedale all’Angelo di Mestre-Venezia “occupando un incarico di tutto prestigio e responsabilità, come responsabile del personale della Cooperativa Giotto la quale ha in gestione il callcenter, infopoint, centro prenotazioni e portineria”.

Fonte

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata