Condannata a 30 anni per l’omicidio del figlio, il piccolo Loris Stival, Veronica Panarello è stata considerata “non idonea alle cure” nella causa di separazione con il marito, cosa che le comporterà di non poter vedere il suo figlio minore. Veronica non potrà vedere il figlio più piccolo che è stato affidato al marito Davide, inoltre il tribunale ha stabilito anche un veto assoluto anche su eventuali contatti indiretti. La Panarello non potrà quindi in nessuno modo vedere, parlare o provare a contattare il suo bambino. La mamma non potrà nemmeno essere informata sulla crescita del figlio o interrogata in merito alla sua educazione, proprio perché definita non idonea. Veronica dovrà scontare una pena di 30 anni dopo essere stata condannata per l’omicidio del figlio maggiore e per occultamento di cadavere. Da subito la donna ha dichiarato di essere innocente, ma nel corso dei mesi ha iniziato a cambiare versione, fino a quando non è stata riconosciuta colpevole dalla legge.

 

Fonte

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.